Alejandro Cao de Benos è un politico spagnolo rappresentante del Ministero degli Esteri della Corea del Nord. E’ l’unico esponente non coreano del Governo del Maresciallo Kim Jong Un. In particolare il generale De Benos è delegato alla gestione delle relazioni culturali con i Paesi stranieri. E’ il fondatore e il presidente dell’Associazione internazionale di Amicizia con la Corea del Nord (KFA).

In un video De Benos spiega qual è l’unico mezzo pratico a disposizione dei Paesi europei per difendersi dall’immigrazione illegale.

“L’immigrazione deve avvenire in modo legale e ordinata. L’immigrazione illegale è un problema enorme” dice De Benos. “E’ evidente che nessuno Stato può accogliere tutta l’Africa e dare un lavoro a tutti i migranti, perchè neppure gli abitanti di quel Paese hanno un lavoro. Se una persona entra e il Governo non è in grado di offrirgli una vita dignitosa, cosa fa? Va a rubare e diventa un delinquente, oltre che un problema sociale impressionante.”

“Per risolvere il problema è necessario minare i confini” prosegue De Benos. “Ovviamente davanti al campo minato bisogna installare cartelli in tutte le lingue perchè i migranti sappiano i rischi che corrono ad attraversarlo. Qualche disperato proverà lo stesso a passare, ma la stragrande maggioranza si fermerà. La mina è una grandissimo mezzo di dissuasione, blocca l’immigrazione, salvando così le vite degli africani condotti in Europa via terra o via mare dalle organizzazioni criminali.”

 

 


 

 

Acquista il libro in formato cartaceo su Amazon!

“Se Mira, se Kim” è un romanzo ucronico ambientato nel 2021 in un’Italia che è diventata stalinista dopo la Rivoluzione del 1948 ed è alleata della Corea del Nord del Grande Maresciallo Kim Jong Un. Nel contesto di una storia alternativa, il libro è un viaggio nelle ideologie Juche e marxista-leninista e racconta ciò che è stato ed è il Socialismo nel mondo reale.

Sinossi (descrizione)Autore (Andrea Marsiletti)