E’ stato un incontro partecipato e ben riuscito quello di sabato 7 aprile a Bologna dal titolo “Conoscere la Repubblica popolare democratica di Corea” promosso dall’associazione GAMADI, organizzato dal Coordinamento nazionale per la Jugoslavia Onlus, il Comitato Ucraina Antifascista Bologna e il Circolo Amicizia Italia Cuba Parma e moderato da Andrea Martocchia.

Il primo ad intervenire è stato Roberto Gessi del Comitato per le celebrazioni della nascita di Kim Jong Il, che nei prossimi giorni parteciperà alle celebrazioni della Giornata del Sole a Pyongyang. Gessi ha illustrato l’impegno dell’associazione in favore della Corea del Nord attraverso incontri pubblici e contributi editoriali.

Andrea Marsiletti, autore del libro “Se Mira, se Kim” e relatore nel 2016 al seminario internazionale sullo Juche e l’Antimperialismo tenutosi nella capitale della Corea del Nord, ha spiegato le caratteristiche fondamentali della via nordcoreana al Socialismo e le differenze con il marxismo-leninismo, proiettando varie fotografie della sua visita a Pyongyang ospite del Governo di Kim Jong Un.

Jean Claude Martini, presidente della Korean Friendship Association Italia, ha ripreso i principali momenti storici che hanno contraddistinto la politica della penisola coreana dalla Guerra di Corea agli importantissimi incontri di queste settimane, rimarcando quanto la pressione imperialista sia sempre stata forte in questa regione e dominante in Corea del Sud.

Alla fine si è aperto il dibattito, con numerose domande da parte dei presenti sull’economia e la vita reale in Corea del Nord.

 


 

Acquista il libro su Amazon o dalla Casa Editrice Bloom

“Se Mira, se Kim” è un romanzo ucronico ambientato nel 2021 in un’Italia che è diventata stalinista dopo la Rivoluzione del 1948 ed è alleata della Corea del Nord del Grande Maresciallo Kim Jong Un. Nel contesto di una storia alternativa, il libro è un viaggio nelle ideologie Juche e marxista-leninista e racconta ciò che è stato ed è il Socialismo nel mondo reale.

Sinossi (descrizione)Autore (Andrea Marsiletti)