In una recente intervista televisiva il primo ministro giapponese Abe ha dichiarato che “il Giappone ha la volontà di sostenere le spese per la denuclearizzazione della Corea”.

Il Rodong Sinmun, il giornale ufficiale del Partito dei Lavoratori, gli ha risposto che “ciò che il Giappone deve fare è scusarsi in modo incondizionato e riparare i crimini passati commessi contro il Popolo coreano. Ma si rifiuta di farlo. Se i politici giapponesi avessero un briciolo di ragione, dovrebbero tornare in sé, anche se tardivamente.

Li invitiamo a smettere di intromettersi nella questione della penisola coreana. Se davvero sono interessati alla pace della penisola coreana, tanto per cominciare, chiudano onestamente i conti con il passato. Viceversa, se continueranno a far finta di niente, ciò avrà conseguenze negative.”